Home Page   Chi Siamo   Contatti   Site Map   Dove lo trovo?  
 
    Le Associazioni   FAQ
 
 
 
E se Fosse
Xeliac Test
Dopo la Diagnosi
Con chi parlarne
Le Schede per te
Mettiti alla Prova
Eurospital
 
 
 

VERO O FALSO

1. La celiachia si manifesta solo nei bambini.
Vero
 
Falso
NO, NON È VERO.
La celiachia non è una malattia esclusiva dei bambini come si riteneva qualche anno fa. Può esordire a qualsiasi età, anche tra gli adulti e gli anziani oltre i 65 anni di età.
RISPOSTA ESATTA!
La celiachia infatti non è una malattia esclusiva dei bambini come si riteneva qualche anno fa. Può esordire a qualsiasi età, anche tra gli adulti e gli anziani oltre i 65 anni di età. Per saperne di più vai alla sezione FAQ.
 
2. Prima si sa di essere celiaci, meglio è.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Non è mai troppo presto per sapere se si è celiaci. Saperlo prima può ridurre il danno in corso alla mucosa intestinale ed evitarti complicazioni più serie. Parlane con il tuo medico o con il pediatra del tuo bambino.
NO, È VERO.
Non è mai troppo presto per sapere se si è celiaci. Saperlo prima può ridurre il danno in corso alla mucosa intestinale ed evitarti complicazioni più serie. Parlane con il tuo medico o con il pediatra del tuo bambino.
 
3. I familiari di un celiaco hanno più probabilità di essere celiaci.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Effettivamente gli studi più recenti hanno documentato che i familiari di un celiaco sono più a rischio di celiachia.
NO, È VERO.
Gli studi più recenti hanno infatti documentato che i familiari di un celiaco sono più a rischio di celiachia.
 
4. La celiachia può essere reversibile.
Vero
 
Falso
NO, NON È VERO.
La celiachia è una malattia cronica permanente che può essere tenuta sotto controllo con una dieta adeguata.
RISPOSTA ESATTA!
La celiachia è una malattia cronica permanente che può essere tenuta sotto controllo con una dieta adeguata.
 
5. La cura della celiachia non prevede l’uso di farmaci.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
A differenza di altre malattie croniche, la celiachia non richiede l’assunzione di farmaci. Può essere controllata attraverso una dieta adeguata, rigorosamente priva di glutine, da concordare con il proprio medico.
NO, È VERO.
A differenza infatti di altre malattie croniche, la celiachia non richiede l’assunzione di farmaci. Può essere controllata attraverso una dieta adeguata, rigorosamente priva di glutine, da concordare con il proprio medico.
 
6. Chi ha il diabete di tipo 1 è più predisposto alla celiachia.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Gli studi più recenti hanno documentato e confermato che i soggetti diabetici (in particolare di tipo 1) sono più predisposti alla celiachia.
NO, È VERO.
Gli studi più recenti infatti hanno documentato e confermato che i soggetti diabetici (in particolare di tipo 1) sono più predisposti alla celiachia.
 
7. Chi ha una malattia autoimmune ha una maggiore predisposizione alla celiachia.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Gli studi più recenti hanno documentato e confermato che le persone che soffrono di malattie autoimmuni sono più predisposte alla celiachia.
NO, È VERO.
Gli studi più recenti hanno infatti documentato e confermato che le persone che soffrono di malattie autoimmuni sono più predisposte alla celiachia.
 
8. La celiachia può manifestarsi anche in un soggetto adulto o anziano.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
La celiachia può esordire a qualsiasi età, anche tra gli adulti e gli anziani oltre i 65 anni di età.
NO, È VERO.
La celiachia infatti può esordire a qualsiasi età, anche tra gli adulti e gli anziani oltre i 65 anni di età.
 
9. Pane, pasta, pizza e birra sono alimenti che contengono glutine di frumento.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Sono tutti alimenti ricchi in quantità più o meno elevate di glutine di frumento.
NO, È VERO.
Pane, pasta, pizza e birra sono tutti alimenti ricchi in quantità più o meno elevate di glutine di frumento.
 
10. Un allattamento molto prolungato può predisporre alla celiachia.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Diversi studi hanno evidenziato che un allattamento molto prolungato aumenta il rischio di celiachia.
NO, È VERO.
Diversi studi hanno, infatti, evidenziato che un allattamento molto prolungato aumenta il rischio di celiachia.
 
11. La celiachia si manifesta sempre in modo palese.
Vero
 
Falso
NO, NON È VERO.
La celiachia è spesso asintomatica e anche tra i soggetti che hanno sintomi non è sempre facile riconoscerla perché questa intolleranza alimentare può manifestarsi con segni e sintomi anche molto diversi tra loro, non sempre tutti riconducibili al tratto stomaco-intestino e spesso sovrapponibili a sintomi di altre patologie (per es. il colon irritabile). Se soffri per esempio di episodi ripetuti di diarrea, gonfiori addominali o di anemia o debolezza/stanchezza generali, oppure di disturbi cutanei ricorrenti o ti sei accorta che tuo figlio ha difficoltà di crescita potrebbe trattarsi di celiachia (per saperne di più scarica la scheda “Sono a rischio di celiachia?").
RISPOSTA ESATTA!
La celiachia infatti è spesso asintomatica e anche tra i soggetti che hanno sintomi non è sempre facile riconoscerla perché questa intolleranza alimentare può manifestarsi con segni e sintomi anche molto diversi tra loro, non sempre tutti riconducibili al tratto stomaco-intestino e spesso sovrapponibili a sintomi di altre patologie (per es. il colon irritabile). Se soffri per esempio di episodi ripetuti di diarrea, gonfiori addominali o di anemia o debolezza/stanchezza generali, oppure di disturbi cutanei ricorrenti o ti sei accorta che tuo figlio ha difficoltà di crescita potrebbe trattarsi di celiachia (per saperne di più scarica la scheda “Sono a rischio di celiachia?").
 
12. Un importante stress psico-fisico può essere un fattore scatenante la celiachia in un soggetto predisposto.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Uno stress psico-fisico, soprattutto se prolungato e/o intenso, può rappresentare un fattore scatenante la malattia celiaca.
NO, È VERO.
Uno stress psico-fisico, soprattutto se prolungato e/o intenso, può infatti rappresentare un fattore scatenante la malattia celiaca.
 
13. La celiachia si manifesta sempre con sintomi tipici a livello gastro-intestinale.
Vero
 
Falso
NO, NON È VERO.
La celiachia può manifestarsi con segni e sintomi anche molto diversi tra loro, non sempre tutti riconducibili al tratto stomaco-intestino (per es. anemia, debolezza generale, disturbi cutanei ricorrenti etc).
RISPOSTA ESATTA!
La celiachia può infatti manifestarsi con segni e sintomi anche molto diversi tra loro, non sempre tutti riconducibili al tratto stomaco-intestino (per es. anemia, debolezza generale, disturbi cutanei ricorrenti etc).
 
14. Il glutine è una proteina contenuta nel frumento, nell’orzo e in altri cereali.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Il glutine è presente nel frumento, nell’orzo, nel farro e in molti altri cereali della cucina etnica. Il glutine può essere presente nei cibi più impensati (caffè e tè solubili, yogurt con frutta, ketchup, succhi di frutta, formaggi cremosi, salse, carne precotta, burro di arachidi, gelati, torrone e cioccolato etc).
NO, È VERO.
Il glutine è presente nel frumento, nell’orzo, nel farro e in molti altri cereali della cucina etnica. Il glutine può essere presente nei cibi più impensati (caffè e tè solubili, yogurt con frutta, ketchup, succhi di frutta, formaggi cremosi, salse, carne precotta, burro di arachidi, gelati, torrone e cioccolato etc).
 
 
15. Xeliac® Test PRO può essere utilizzato a tutte le età.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Xeliac® Test PRO è rapido e richiede pochi e semplici passaggi. I componenti del kit facilitano al massimo il prelievo di sangue (ne basta una goccia) che avviene in modo praticamente indolore. Per questo può essere utilizzato anche dai bambini sopra i tre anni o dagli anziani.
NO, È VERO.
Xeliac® Test PRO è un test rapido, semplice ed indolore. Richiede pochi e semplici passaggi per la sua esecuzione. I componenti del kit facilitano al massimo il prelievo di sangue (ne basta una goccia) che avviene in modo praticamente indolore. Per questo può essere utilizzato anche dai bambini molto piccoli o dagli anziani.
 
16. Xeliac® Test PRO è un test monouso.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Nessun componente di Xeliac® Test PRO può essere riutilizzato per nessun motivo.
NO, È VERO.
Nessun componente di Xeliac® Test PRO può essere riutilizzato per nessun motivo.
 
17. Xeliac® Test PRO può essere utilizzato anche da soggetti con deficit di IgA.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Xeliac® Test PRO è un test completo. Rileva due tipi di anticorpi specifici associati alla celiachia, IgA e IgG anti-transglutaminasi, fornendo una garanzia di riscontro della malattia anche per le persone con deficit di IgA (circa il 2% della popolazione italiana).
NO, È VERO.
Xeliac® Test PRO è un test completo. Rileva due tipi di anticorpi specifici associati alla celiachia, IgA e IgG anti-transglutaminasi, fornendo una garanzia di riscontro della malattia anche per le persone con deficit di IgA (circa il 2% della popolazione italiana).
 
18. La diagnosi iniziale ottenuta con Xeliac® Test PRO non sempre va confermata dal medico.
Vero
 
Falso
NO, NON È VERO.
La diagnosi iniziale ottenuta con Xeliac® Test PRO va SEMPRE confermata dal medico.
RISPOSTA ESATTA!
La diagnosi iniziale ottenuta con Xeliac® Test PRO va SEMPRE confermata dal medico.
 
 
19. La celiachia è considerata una malattia sommersa.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
La celiachia viene considerata una malattia “sommersa" perché pur essendo un’intolleranza molto diffusa (si stima che la frequenza nella popolazione si avvicini ad una persona su 100) molte sono ancora le persone che non sanno di averla. Spesso l’assenza di sintomi o la varietà di questi ultimi (anche extraintestinali) ritarda o complica la diagnosi. Xeliac®
NO, È VERO.
La celiachia viene considerata in modo unanime una malattia “sommersa" perché pur essendo un’intolleranza molto diffusa (si stima che la frequenza nella popolazione si avvicini ad una persona su 100) molte sono ancora le persone che non sanno di averla. Spesso l’assenza di sintomi o la varietà di questi ultimi (anche extraintestinali) ritarda o complica la diagnosi. Xeliac® Test PRO nasce anche con questo obiettivo: fornire uno strumento facilmente accessibile ma estremamente valido e affidabile che possa facilitare a tutti l’elaborazione di una diagnosi precoce. Oggi, se vuoi, puoi.
 
20. Scoprire prima possibile di essere celiaci può evitare complicazioni anche gravi.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Una diagnosi precoce, seguita da un tempestivo allontanamento di ogni traccia di glutine dalla dieta può evitare complicazioni anche serie e talvolta anche invalidanti. Per maggiori informazioni, vai alla sezione “La diagnosi, meglio precoce." Non è mai troppo presto per scoprire di essere celiaci. Xeliac® Test PRO può aiutarti a scoprire prima se hai la celiachia. Saperlo prima è meglio.
NO, È VERO.
Una diagnosi precoce, seguita da un tempestivo allontanamento di ogni traccia di glutine dalla dieta può evitare complicazioni anche serie e talvolta anche invalidanti. Per maggiori informazioni, vai alla sezione “La diagnosi, meglio precoce?. Non è mai troppo presto per scoprire di essere celiaci. Xeliac® Test PRO può aiutarti a scoprire prima se hai la celiachia. Saperlo prima è meglio.
 
21. Una dieta senza glutine può essere iniziata in modo autonomo senza consiglio del medico e prima della conferma della diagnosi.
Vero
 
Falso
NO, NON È VERO.
Una dieta non va MAI iniziata di propria iniziativa ma va SEMPRE concordata con il proprio medico.
RISPOSTA ESATTA!
Una dieta non va MAI iniziata di propria iniziativa ma va SEMPRE concordata con il proprio medico.
 
22. La celiachia si associa spesso ad altre malattie autoimmuni.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Le persone celiache presentano una maggiore sensibilità alle malattie autoimmuni in genere.
NO, È VERO.
Le persone celiache presentano una maggiore sensibilità alle malattie autoimmuni in genere.
 
23. L’intolleranza al glutine provoca un’infiammazione intestinale e disturbi dell’assorbimento dei nutrienti indispensabili per l’organismo.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
La celiachia infatti è il risultato di una risposta sbagliata, esagerata o inappropriata di particolari cellule della difesa immunitaria (i linfociti T, un tipo di globuli bianchi presenti nel nostro organismo) in seguito all’assunzione di glutine. Questa risposta alterata provoca una progressiva infiammazione a livello dei villi intestinali che man mano diventano piatti. La mucosa dell’intestino si assottiglia causando infine un assorbimento alterato (mal-assorbimento) dei nutrienti tipico di questa malattia. La mucosa diventa più permeabile e permette il passaggio di sostanze che normalmente verrebbero bloccate e che a loro volta possono scatenare reazioni anomale del sistema immunitario (il sistema che ci difende dalle invasioni di sostanze estranee). Per ulteriori informazioni vai alla Scheda: “Glutine e autoanticorpi".
NO, È VERO.
La celiachia infatti è il risultato di una risposta sbagliata, esagerata o inappropriata di particolari cellule della difesa immunitaria (i linfociti T, un tipo di globuli bianchi presenti nel nostro organismo) in seguito all’assunzione di glutine. Questa risposta alterata provoca una progressiva infiammazione a livello dei villi intestinali che man mano diventano piatti. La mucosa dell’intestino si assottiglia causando infine un assorbimento alterato (mal-assorbimento) dei nutrienti tipico di questa malattia. La mucosa diventa più permeabile e permette il passaggio di sostanze che normalmente verrebbero bloccate e che a loro volta possono scatenare reazioni anomale del sistema immunitario (il sistema che ci difende dalle invasioni di sostanze estranee). Per ulteriori informazioni vai alla Scheda: “Glutine e autoanticorpi".
 
24. La soglia di tolleranza per il glutine può essere molto bassa in un soggetto celiaco.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Bastano anche minime tracce di glutine per scatenare una reazione immunitaria nei soggetti predisposti.
NO, È VERO.
Bastano anche minime tracce di glutine per scatenare una reazione immunitaria nei soggetti predisposti.
 
25. Il risultato positivo del test segnala la presenza di anticorpi specifici associati alla celiachia.
Vero
 
Falso
RISPOSTA ESATTA!
Il risultato positivo del test segnala la presenza di anticorpi specifici (anti-transglutaminasi) di classe IgA e IgG associati alla malattia celiaca nel campione di sangue esaminato. Nel caso la persona che fa il test abbia un deficit di anticorpi IgA, Xeliac® Test PRO segnala la presenza delle IgG. Questo non ha implicazioni dirette sul colore della linea.
NO, È VERO.
Il risultato positivo del test segnala infatti la presenza di anticorpi specifici (anti-transglutaminasi) di classe IgA e IgG associati alla malattia celiaca nel campione di sangue esaminato. Nel caso la persona che fa il test abbia un deficit di anticorpi IgA, Xeliac® Test PRO segnala la presenza delle IgG. Questo non ha implicazioni dirette sul colore della linea. La presenza di almeno uno di questi due tipi di anticorpi indica con alta probabilità l’esistenza di malattia celiaca.
 
Eurospital Spa - Via Flavia 122 - 34147 Trieste - P.IVA: 00047510326 - C.S. € 2582000 CF e Reg. Impr. 00047510326 - REA TS 38955.
E' un dispositivo medico CE 0123. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l'uso. Autorizzazione del 17/05/2019.